VADEMECUM VACANZE: OCCHIO ALLE TRUFFE!

Come ogni anno, soprattutto durante la stagione estiva, ed in virtù del momento causato dal Covid-19, occorre tenere alta la guardia contro le truffe ed i raggiri che si possono presentare andando in vacanza.


Ecco i consigli dell’UGCONS di Latina:

  1. In caso di aumento del prezzo rispetto a quanto previsto nel contratto di viaggio, occorre tenere presente che deve essere riportata con chiarezza tale eventualità nella misura non superiore del 10% del prezzo pattuito.
  2. In caso di annullamento del viaggio per cause di calamità naturali o fatti gravi, il consumatore deve esserne informato in via scritta ricevendo un’offerta alternativa ed in caso di non accettazione, ricevere indietro la somma versata in acconto senza pagare nessuna penale.
  3. Rivolgendosi ad un tour operator bisogna leggere con attenzione il dépliant che deve riportare le condizioni generali contrattuali, facendo rilasciare copia del contratto con timbro e firma.
  4. L’anticipo o la caparra non deve essere superiore al 25% del prezzo totale, con saldo da effettuare 30 giorni prima della partenza.
  5. L’agenzia o il tour operator sono tenuti ad avere un’assicurazione per la responsabilità civile verso il consumatore, la quale deve essere indicata nel contratto.
  6. Se prima del viaggio ci sono delle variazioni della vacanza prenotata, come ad esempio il cambio della categoria dell’albergo o lo slittamento di più giorni della partenza, il contratto può essere annullato dal turista o si può scegliere un’altra vacanza, anche più costosa, senza che questo comporti un aumento di prezzo.
  7. Prenotando un casa-vacanza occorre verificare l’attinenza tra la descrizione dell’immobile e le immagini presenti sul web, prestando attenzione a non incappare in foto di abitazioni riprese da motori di ricerca. Inoltre, è sempre consigliabile contattare l’inserzionista chiedendo informazioni aggiuntive sull’immobile e chiedendo un numero di telefono fisso.
  8. In caso di viaggio aereo, se il ritardo o le cancellazioni superano le tre ore si ha diritto alla compensazione pecuniaria, oltre al rimborso delle spese sostenute a causa del disservizio aereo ed al rimborso del biglietto se il ritardo del volo aereo supera le 5 ore.
  9. Non inviare documenti personali: carta d’identità, patente o passaporto non devono mai essere condivisi in quanto potrebbero essere utilizzati per fini poco leciti
  10. Effettuare pagamenti solo su IBAN o tramite metodi di pagamento tracciato.